Giurisprudenza commentata

Rendiconto condominiale e nota sintetica esplicativa

Sommario

Massima | Il caso | La questione | Le soluzioni giuridiche | Osservazioni | Guida all'approfondimento |

 

L'amministratore di condominio, per la redazione del rendiconto, deve attenersi a principi di ordine e correttezza, nonché e predisporre un documento chiaro ed intellegibile, che indichi correttamente le voci dell'attivo e del passivo, così da consentire l'immediata verifica, da parte dei condomini, della congruità della documentazione relativa alle entrate ed alle spese. Ai fini della redazione chiara ed intelligibile del rendiconto condominiale, l'art. 1130-bis c.c. prescrive un registro di contabilità, un riepilogo finanziario, nonché una nota sintetica esplicativa della gestione, con l'indicazione anche dei rapporti in corso e delle questioni pendenti, sicché la mancanza della nota esplicativa comporta la violazione del principio di chiarezza ed intelligibilità e rende annullabile la delibera approvativa del rendiconto.

Leggi dopo