Giurisprudenza commentata

Omissione di lavori in edifici o costruzioni in rovina che cagionano pericolo e responsabilità penale dei condomini proprietari

Sommario

Massima | Il caso | La questione | Le soluzioni giuridiche | Osservazioni | Guida all'approfondimento |

 

La sentenza in commento concerne un peculiare caso di condanna per il reato di cui all'art. 677, comma 3, c.p., esclusivamente a carico dei condomini proprietari di unità abitative che vertevano in condizioni di degrado e rovina, con esclusione della responsabilità a carico dell'amministratore di condominio. In particolare, la fattispecie contravvenzionale contestata ai condomini si raffigura per aver omesso la realizzazione di opere di manutenzione straordinaria finalizzate a eliminare il pericolo per la vita e l'incolumità personale dei passanti e dei medesimi condomini, pericolo causato dallo stato di rovina dell'immobile di loro proprietà.

Leggi dopo