Giurisprudenza commentata

Occupazione abusiva di edificio pubblico adibito ad alloggio popolare

Sommario

Massima | Il caso | La questione | Le soluzioni giuridiche | Osservazioni | Riferimenti |

 

La Corte di Cassazione ha ritenuto che il reato di occupazione abusiva di edificio adibito a alloggio popolare si configuri anche in capo a colui che versi regolarmente l’indennità di occupazione, sia residente presso l’immobile e intestatario delle utenze domestiche, ma non disponga di un titolo abitativo legittimo. Il comportamento unilaterale dell’occupante e la circostanza che l’amministrazione abbia accettato per acquiescenza la situazione di fatto, percependo il canone di locazione, lungi dal costituire la scriminante dello stato di necessità di cui all’art. 54 c.p. o ad incidere sull’elemento soggettivo del reato, al contrario costituiscono prova in ordine al suo perdurare nel tempo.

Leggi dopo

Le Bussole correlate >