Giurisprudenza commentata

Lesione al decoro architettonico: alterazione della facciata o peggioramento estetico e deprezzamento dell'edificio?

Sommario

Massima | Il caso | La questione | Le soluzioni giuridiche | Osservazioni | Guida all'approfondimento |

 

La Corte di Appello di Roma accoglie l'orientamento della Suprema Corte: per concretarsi l'innovazione vietata che pregiudica il decoro architettonico di cui all'art. 1120, comma 2, c.c., è sufficiente che risultino alterate, in modo visibile e significativo, la particolare struttura e la complessiva armonia che conferiscono al fabbricato una propria specifica identità.

Leggi dopo