Giurisprudenza commentata

L'amministratore può coprire le spese della gestione condominiale utilizzando il denaro accantonato per TFR del portiere

Sommario

Massima | Il caso | La questione | Le soluzioni giuridiche | Osservazioni | Guida all'approfondimento |

 

Chiamato ad accertare la legittimità dell'operato dell'amministratore per l'attività svolta nel condominio, il Tribunale adìto ha precisato che, in merito all'utilizzo dei fondi di accantonamento del trattamento di fine rapporto del portiere per il pagamento di altre spese condominiali, se non fosse stato usato il fondo per i pagamenti correnti, il condominio si sarebbe trovato a versare comunque le medesime somme per effettuare quei pagamenti che, in caso di mancato utilizzo degli stessi, non sarebbero stati effettuati, sicché si è ritenuta infondata la richiesta del condominio in quanto sfornita di prova del danno subìto.

Leggi dopo