Giurisprudenza commentata

Il conduttore non ha legittimazione attiva a richiedere i danni cagionati da un allagamento all'immobile locato

23 Dicembre 2020 |

Trib. Massa

Conduttore (diritti)

Sommario

Massima | Il caso | La questione | Le soluzioni giuridiche | Osservazioni | Riferimenti |

 

Con la sentenza in commento, il Tribunale di Massa statuisce che, a seguito di un allagamento all'interno di un locale commerciale, il conduttore abbia sì diritto ad agire giudizialmente per ottenere un risarcimento, ma solo limitatamente ai beni mobili di sua proprietà e alle modifiche effettuate all'immobile a sue spese. Restano esclusi, per carenza di legittimazione attiva, gli eventuali danni patiti dall'immobile, per i quali l'unico legittimato attivo ad agire in giudizio è il padrone dei muri del locale.

Leggi dopo

Le Bussole correlate >