Giurisprudenza commentata

Il comproprietario di un cortile comune può porre nel sottosuolo le tubature necessarie alla propria unità immobiliare

Sommario

Massima | Il caso | La questione | Le soluzioni giuridiche | Osservazioni | Guida all'approfondimento |

 

Chiamato ad accertare il diritto degli attori ad attraversare uno spiazzo in comune con i convenuti, il Tribunale adìto ha evidenziato che rientra nella funzione sussidiaria del sottosuolo del cortile il passaggio in esso di tubi. Difatti, trattandosi di un uso conforme all'art. 1102 c.c., il comproprietario può legittimamente porre nel sottosuolo le tubature per lo scarico fognario e l'allacciamento del gas a vantaggio della propria unità immobiliare, in quanto non limita, né condiziona, l'analogo uso degli altri comunisti.

Leggi dopo