Giurisprudenza commentata

In assenza di prova contraria il comodato di immobile è precario e la casa va restituita dietro semplice richiesta del comodante

08 Novembre 2019 |

Trib. Torino

Comodato

Sommario

Massima | Il caso | La questione | Le soluzioni giuridiche | Osservazioni | Guida all'approfondimento |

 

Il Tribunale di Torino ha sottolineato che non vi è alcuna necessità di forma scritta al fine del perfezionamento di un contratto di comodato avente ad oggetto un immobile, essendo a tutti gli effetti ammissibile anche la conclusione mediante comportamenti concludenti. Spetta, tuttavia, al comodatario la prova in merito alla qualificazione della durata del rapporto in quanto, ai fini del riconoscimento del comodato vita natural durante, occorre la prova della volontà del comodante in tal senso; in caso contrario, o di mancato raggiungimento della prova, allora il comodato è definibile “precario” e seguirà la disciplina dettata dall'art. 1810 c.c.

Leggi dopo