Giurisprudenza commentata

Abusività urbanistico-edilizia dell'unità immobiliare e qualità di condomino

Sommario

Massima | Il caso | La questione | Le soluzioni giuridiche | Osservazioni | Guida all'approfondimento |

 

La Corte d'Appello di Firenze ha dichiarato nulla la delibera assembleare con cui era stato designato l'amministrazione e l'ulteriore che aveva approvato un piano di riparto articolato in quote paritarie prevedente cinque condomini, negando all'acquirente della quinta unità immobiliare ricavata dal sottotetto dello stabile, in mancanza dei prescritti titoli abilitativi amministrativi che aveva preso parte alla relative sedute, la qualità di condomino in ragione sia dei profili abusivi riferibili all'immobile in sua proprietà solitaria che della nullità, ai sensi dell'art. 46, d.p.r. 6 giugno 2001, n. 380, dell'atto traslativo intervenuto in suo favore.

Leggi dopo