Focus

Le colonie feline in condominio

Sommario

Il quadro normativo | I gatti di proprietà | I gatti randagi (o colonia felina) | Le delibere e la tutela delle parti comuni | I comportamenti contrari dei condomini | I responsabili della colonna felina (i gattari) | In conclusione | Guida all’approfondimento |

 

Il regolamento di condominio non può vietare di tenere animali in casa, ma questa previsione non si estende alla possibilità di accudire gatti randagi negli spazi comuni del condominio come il giardino o il cortile. Ne consegue che ciascun condomino può servirsi degli spazi comuni dell’edificio, purché non ne alteri la destinazione, né impedisca agli altri condomini di farne pieno uso. Perciò, dare da mangiare a cani e gatti randagi non è vietato, ma questo non deve costituire elemento di danno per gli altri condomini: non si deve sporcare per terra, né deturpare l’estetica del giardino e gli animali non devono costituire molestia per le persone, che entrano ed escono dal palazzo.

Leggi dopo