Focus

La tele-assemblea in condominio: novità e criticità del nuovo strumento

Sommario

Il quadro normativo | L'assemblea in presenza | Il luogo fisico o virtuale | L'avviso di convocazione | La modifica al regolamento condominiale | Il previo consenso | Le funzioni del presidente e del segretario | Il rispetto della privacy | I compiti dell'amministratore | L'identità digitale in condominio e il funzionario R.A.O. | Le piattaforme digitali | Possibili profili processuali | In conclusione | Guida all'approfondimento |

 

Sulla Gazzetta ufficiale - serie generale - n. 253 del 13 ottobre 2020, è stata pubblicata la l. 13 ottobre 2020, n. 126, rubricata “Conversione in legge, con modificazioni, del d.l. 14 agosto 2020, n. 104, recante misure urgenti per il sostegno e il rilancio dell'economia”. In altri termini, il c.d. decreto agosto è legge. La norma che prevede la tele-assemblea, ossia l'art. 66, commi 3 e 6, disp. att. c.c., si rivela alquanto stringata, lasciando il non agevole compito agli interpreti di colmare le relative lacune e agli operatori pratici di risolvere le criticità quotidiane al fine di evitare strumentali impugnazioni delle delibere adottate con tale modalità.

Leggi dopo