Focus

La nuova ipotesi di mediazione obbligatoria: le cause per inadempimento da COVID-19 e le procedure di sfratto

Sommario

La nuova ipotesi di mediazione obbligatoria: le cause per inadempimento da COVID-19 ai sensi del comma 6-ter dell'art. 3 d.l. n. 6/2020 | La mediazione nella materia locatizia e nelle procedure di sfratto: in generale | Effetti della novella sulla materia locatizia e nei procedimenti per convalida di licenza e sfratto | In conclusione | Guida all'approfondimento |

 

Il legislatore ha previsto una nuova ipotesi di mediazione obbligatoria introducendo, in sede di conversione del d.l. 28/2020, un comma 6-ter all'art.3 d.l. n. 6/2020. La norma opera con riferimento alle controversie inerenti obbligazioni contrattuali nelle quali il rispetto delle misure di contenimento disposte durante l'emergenza epidemiologica da COVID-19 possa avere inciso sulla tempestività ed esattezza dell'adempimento del debitore. Alcuna novità, tuttavia, risulta introdotta con riferimento alla individuazione dei procedimenti per i quali la mediazione non costituisce condizione di procedibilità e, tra questi, la fase sommaria dei procedimenti per convalida di licenza e sfratto.

Leggi dopo