Focus

Inapplicabilità della mediazione obbligatoria al procedimento di revoca dell’amministratore

Sommario

Il quadro normativo | I Tribunali di Padova e Vasto applicano la mediazione obbligatoria al procedimento di revoca | Prima criticità: connotazione camerale del procedimento tracciata dalle Sezioni Unite | Seconda criticità: procedimento camerale espressamente escluso dalla legislazione mediatoria | Terza criticità: mediazione non applicabile ai procedimenti di volontaria giurisdizione | Quarta criticità: prevalenza della normazione mediatoria riscritta successiva alla riforma del condominio | Quinta criticità: concreta impossibilità nel mediare acclarate gravi inadempienze | In conclusione | Guida all’approfondimento |

 

Viene ripercorso l’orientamento giurisprudenziale tracciato da alcuni giudici di merito volto a ritenere applicabile la mediazione obbligatoria al procedimento di revoca dell’amministratore di condominio. L’attenzione si concentra sui fondamenti di tale linea interpretativa analizzando cinque profili di criticità sull’applicabilità dell’istituto mediatorio ai casi di revoca giudiziale previsti dall’art. 1129 c.c.

Leggi dopo

Le Bussole correlate >