Focus

Il riparto di competenze tra magistrato professionale e laico in tema di riscossione di contributi condominiali

Sommario

Il quadro normativo | La preclusione della cognizione in materia immobiliare | Il giudizio ordinario | Il procedimento monitorio | Le interferenze con l'impugnazione della delibera | L'eventuale accertamento in via non incidentale | Il recente arresto della Cassazione | In conclusione | Guida all'approfondimento |

 

Per quanto riguarda l'individuazione del giudice competente, in relazione all'azione di riscossione dei contributi condominiali, si rileva che la controversia esula dalla sfera di cognizione ratione materiae del Giudice di Pace, restando la competenza sulla stessa regolata secondo gli ordinari criteri ratione valoris e, quindi, la possibilità di concorso verticale di competenza risulta soltanto tra il predetto giudice onorario ed il Tribunale. Tali osservazioni offrono lo spunto per esaminare, dal punto di vista processuale...

Leggi dopo