Focus

Il condominio ai tempi del coronavirus: assemblea in videoconferenza

Sommario

Il quadro normativo | Il luogo delle assemblee condominiali | Assemblea in videoconferenza | Le condizioni per una lecita videoconferenza e i compiti dell'Amministratore | La tutela dei condomini | Gli strumenti tecnologici per la gestione ed organizzazione di videoconferenze on line | Aspetti critici | Le responsabilità penali dell'Amministratore | In conclusione | Guida all'approfondimento |

 

Quello che si sta diffondendo in Italia e che ha portato le autorità competenti ad adottare varie misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica è il COVID-19 (Coronavirus), responsabile di malattie respiratorie, la cui pericolosità è data dal fatto che è stato identificato da poco e la sua contromisura non è ancora stata trovata. A tal proposito, gli unici provvedimenti adottati sono al momento unicamente tesi al contenimento della diffusione del virus e ad essi si è uniformato anche l'amministratore. Difatti, anche in tema di condominio, è quanto mai doveroso adottare ogni cautela possibile, anche al di là di quelle espressamente indicate dalle varie disposizioni normative. Per evitare il contagio, l'alternativa è pensare alle assemblee in videoconferenza, con le dovute garanzie stabilite dall'ordinamento, sempre che la tecnologia a disposizione di amministratore e condomini le renda praticabili.

Leggi dopo